Cashmere rigenerato, il GIORNALE DI VICENZA anche Stella McCartney

sabato 27 maggio 2017

Si chiama Re. Verso il filato rigenerato che Stella McCartney utilizzerà per l'intera produzione di maglieria in sostituzione del puro cashmere. Un tessuto, realizzato in Italia e ottenuto dagli eccessi industriali del cashmere, con cui la stilista inglese mira a ridurre l'impatto ambientale del 92%. Per realizzare un maglione in puro cashmere servono quattro capre, mentre da una sola pecora si possono ottenere ben cinque maglioni di lana. La richiesta del mercato di prodotti in puro cashmere è aumentata vertiginosamente negli ultimi anni portando ad un'intensificazione degli allevamenti di capre e di conseguenza ad un maggior impatto sull'ambiente che le ospita: i pascoli della Mongolia. Il 90% delle praterie mongole è a rischio desertificazione, con Re.Verso Stella McCartney e il suo brand ecosostenibile mirano ad attestare l'impatto ambientale al 2% entro il 2016

Vai all'articolo sul giornale